Da Fruit Logistica /3. Da Zerbinati proposte e gusti che spaccano gli schemi

Zerbinati ha scelto Fruit Logistica per svelare in anteprima le novità di inizio anno. I nuovi prodotti di Zerbinati per il 2019 interpretano in chiave originale, creativa e fuori dagli schemi i più attuali trend di consumo e anticipano le tendenze: arrivano così Il Maxi Burger’Z, le Gourmet Lover’Z e proprio nei giorni del Superbowl tornano anche le Bowl’Z.

“Siamo orgogliosi di essere riconosciuti come azienda innovatrice per eccellenza e anche per il 2019 siamo pronti a stupire fin da subito, offrendo ai nostri consumatori la migliore esperienza possibile reinterpretando i momenti di consumo all’insegna di un’alimentazione sana, gustosa e anche divertente” ha detto a Berlino il direttore generale Simone Zerbinati (nella foto). “Siamo un unicum nel settore e i nostri prodotti all’avanguardia lo dimostrano: puntiamo ad andare oltre i confini tradizionali del comparto, portando l’innovazione sempre al livello più alto”.

Il Maxi Burger’Z è un burger di verdure fresche con un morbido cuore ripieno reso croccantissimo dalla doppia panatura estremamente fragrante. Il formato maxi da 150 grammi, oltre a farlo diventare il primo ad arrivare in GDO, lo rende ideale per una food experience ancora più gustosa e appagante. Preparato con sole verdure fresche e olio extravergine di oliva italiano, è senza soia, gluten free e non è fritto. Il pack stand alone dalla forma che ricorda le confezioni tipiche del “take away”, mantiene la gabbia grafica degli iconici Burger’Z, esaltando la centralità della ricettazione. La grafica esplosiva punta sul colore e sull’energia giovane, allegra e friendly tipica sì dei fumetti ma anche di Zerbinati.

A chiusura del 2018, Zerbinati si è confermato leader di mercato in Italia nelle mono porzioni con una quota del 40%, primo brand nel mercato dei piatti pronti biologici e nel 2018 ha triplicato le confezioni vendute di Polenta pronta con Gorgonzola Igor, cremoso piatto pronto di cui l’azienda è stata ideatrice. Da questo expertise di Zerbinati è nata una nuova linea di mono porzioni per i palati più curiosi e gli appassionati del buon cibo: le Gourmet Lover’Z, una serie di ricettazioni versatili e innovative. Dallo spirito all’avanguardia di un brand interessato al cambiamento: il Chili di Verdure Fresche, la Crema con Edamame e Curcuma, la Pasta Integrale con Ceci e il Riso Nero integrale con Edamame. Dall’unione di sapori capaci di rompere i classici canoni culinari ed ingredienti autentici e nutrienti come i legumi, nascono contaminazioni sofisticate che aggiungono il tocco gourmet anche ai pasti più fugaci e alle alternative salutistiche.

“Il piano di sviluppo iniziato quattro anni fa – dichiara Simone Zerbinati a Fresh Cut News – incentrato su innovazione di prodotto, tecnologia, persone e mercati, ha portato a fare chiudere il 2018 con un fatturato di 50 milioni. Siamo cresciuti molto nelle zuppe sia a marchio che private label e abbiamo aumentato la distribuzione del mondo della IV Gamma”.

“Sul mondo delle insalate – precisa Zerbinati – è più difficile fare concorrenza in Europa, mentre con le zuppe e i piatti pronti è più semplice perché si tratta di prodotti con una shelf-life più lunga. Il nostro marchio, poi, è riconosciuto all’estero e l’italianità della ricetta può essere il fattore differenziale nella penetrazione dei mercati. Al momento siamo presenti in Svizzera, Germania, Francia ed Emirati Arabi Uniti. Oggi più che cercare nuove destinazioni di export, puntiamo a consolidare quelle acquisite anche perché le forze che abbiamo non sono infinite”.

Sulla direttiva imballaggi anti-plastica monouso che entrerà in vigore dal 2021, il dg afferma: “Le nostre buste di insalata hanno già avuto un miglioramento in direzione della sostenibilità, già da diversi anni. Penso che il maggiore impatto della direttiva lo avremo sulle zuppe pronte. Già dal 2018 abbiamo ridotto il peso delle ciotole di plastica ma in ogni caso dovremo affrontare dei costi per adeguarci alla normativa. Abbiamo un po’ di tempo per pensarci”.

Mariangela Latella