Fresco Senso condivide con La Linea Verde un’azione comune in Sardegna

Con una partnership – ormai pare prossima ad essere ufficialmente annunciata – con OP Campidanese, si rafforza l’intesa tra Fresco Senso/Agribologna e La Linea Verde, che già vedeva la fornitura di frutta in esclusiva a Fresco Senso da parte di alcuni produttori legati a La Linea Verde. Cresce così, con questa intesa, il ruolo della Sardegna come fornitore di prodotto fresco destinato alla IV Gamma.

Fresco Senso sta anche pensando all’adesione ad Unione Italiana Food Gruppo IV Gamma (dove la Linea Verde è presente da tempo), come primo partner del settore della frutta ready-to-eat.

“Stiamo assistendo ad una crescita esponenziale del fresh cut di frutta – afferma Desirée Magagnoli, responsabile commerciale di Fresco Senso -, si parla di un trend al rialzo del 30% l’anno. È naturale che con questi dati il mercato si sia messo in moto; che siano nati più concorrenti e che ci sia una crescente attenzione da parte dei distributori soprattutto verso i prodotti a marchio che aiutano, in linea generale, la crescita della categoria. In questo contesto, ogni azienda cerca di puntare su proprie specifiche caratteristiche. Nel nostro caso, oltre alla qualità del prodotto, il nostro tratto distintivo è l’innovazione”.

Mentre sono allo studio nuovi mix di frutta (macedonie) al lancio dalla prossima stagione sia nel quadro delle linee arricchite con frutta secca che di ‘Aromi di miele’, l’azienda con base a Bologna sta appunto valutando la possibilità di entrare in Unione Italiana Food. Una decisione sarà presa entro l’anno. “Tutto dipende – spiega Magagnoli – da una valutazione strategica soprattutto in relazione alla possibilità di fare massa critica per avere un maggiore peso sulle scelte di politica di settore. In questo senso Unione Italiana Food sa muoversi molto bene sul fronte della legislazione. Quello a cui puntiamo è avere regole che favoriscano la trasparenza ma che allo stesso non appesantiscano l’attività delle aziende che già operano con tempistiche serrate date dall’alta deperibilità della materia prima”.

Agribologna/Fresco Senso vede molto bene nuove collaborazioni in Sardegna, in una visione armonica con La Linea Verde, non solo per allargare la base produttiva ma anche per rafforzare insieme gli investimenti in ricerca.

“I nostri partner – precisa Magagnoli – hanno know-how importanti e consolidati in categorie di prodotto complementari alle nostre. La loro forza nella ricerca e la loro tecnologia, sono degli strumenti significativi che abbiamo deciso di condividere in un progetto congiunto. La Sardegna è un mercato interessante tutto da sviluppare allo stesso tempo può essere complicato per chi si muove da solo. Abbiamo valutato che un approccio in partnership possa essere possibile anche in funzione del ruolo di trampolino che questa regione può rappresentare per altri mercati esteri come, ad esempio, quello praticamente adiacente, della Spagna. In questo senso, uno stabilimento produttivo e un laboratorio di ricerca sul posto, anche se piccolo, potrebbe essere strategico”.

Mariangela Latella