In Sardegna si fa ricerca per migliorare la IV Gamma

Il progetto RTC (Real Time Check) IV Gamma si propone di fornire alle imprese agroalimentari sarde due dispositivi per il monitoraggio rapido della qualità e dell’idoneità igienico-sanitaria dei prodotti ortofrutticoli trasformati e pronti al consumo. Presentato a febbraio 2019, nei giorni scorsi si è tenuto un incontro di aggiornamento sullo stato d’avanzamento dei lavori.

Il programma è promosso da Sardegna Ricerche e condotto dall’Istituto di Scienze delle Produzioni Alimentari del Consiglio Nazionale delle Ricerche, area di Sassari (ISPA-CNR), in collaborazione con il Dipartimento di Scienze chirurgiche dell’Università di Cagliari.

In Sardegna, il settore della IV Gamma è in forte espansione ma presenta ancora un gap evidente rispetto all’areale produttivo lombardo, dovuto principalmente alla difficoltà di costituire un’effettiva filiera integrata dal campo al supermercato.

Aggregare le imprese per costituire una filiera organizzata secondo il principio delle responsabilità condivise è dunque tra i principali obiettivi del progetto. Ad oggi il cluster riunisce 11 aziende ma come per tutti i progetti cluster, anche in questo caso, vale il principio della “porta aperta”: tutte le imprese interessate a partecipare possono chiedere di entrare a far parte dei gruppo in qualsiasi momento.

Sempre perseguendo tale finalità aggregativa, i ricercatori si stanno impegnando nell’affiancare gli operatori nel rilevare e arginare i danni dovuti all’eventuale interruzione della catena del freddo. L’idea è fornire alle imprese due dispositivi per il monitoraggio rapido della qualità e dell’idoneità igienico-sanitaria di prodotti ortofrutticoli lungo le fasi di trasformazione e distribuzione. Nello specifico si tratta di un sistema per la misurazione delle quantità di acido ascorbico ( vedi slide di presentazione ) e di un secondo per il rilevamento rapido dei principali microorganismi contaminanti ( vedi slide ).

RTC IV Gamma è uno dei 35 progetti “cluster” promossi da Sardegna Ricerche attraverso il programma “Azioni cluster top-down” e finanziati grazie al POR FESR Sardegna 2014-2020.

I progetti cluster sono attività di trasferimento tecnologico condotte da organismi di ricerca pubblici con l’attiva collaborazione di gruppi di piccole e medie imprese del settore o di settori affini, per risolvere problemi condivisi e portare sul mercato le innovazioni sviluppate nei laboratori. (c.b.)

Per saperne di più clicca qui