Cascina Belmonte allarga la linea dei succhi estratti a freddo D’Uva

Con il mix di succo di uva melagrana e pompelmo, arrivano a nove le referenze della gamma di succhi pastorizzati a freddo, a marchio D’Uva dell’azienda vitivinicola Cascina Belmonte con base in provincia di Brescia. Estratti a freddo, i succhi D’Uva hanno una shelf life dai 3 ai sei mesi grazie ad una tecnologia sviluppata dall’Università di Bologna per l’azienda di Muscoline (BS) nel quadro di una collaborazione nata su un bando di ricerca finanziato dalla Regione Lombardia.
“Abbiamo iniziato a lavorare qualche anno fa sull’estrazione di succo di uva semplice – spiega la curatrice della ricerca, Maria Fiorenza Caboni (nella foto), professoressa ordinaria di Scienze e Tecnologie Alimentari all’Università di Bologna -. Lo studio, basato sull’estrazione a freddo del succo di uva tramite tecnologia HPP, acronimo di High Pressure Processing, che abbiamo applicato sia ad un packaging in PET, ossia il tipo di plastica conosciuta tecnicamente con il nome di polietilentereftalato, che in PLA, acido poli-lattico, ha determinato un incremento del potere anti-ossidante dell’uva di circa il 20%. L’incremento è stato maggiore nel caso dei packaging in PET. Con l’uso di questi pack, siamo riusciti a stabilizzare i succhi estendendo la shelf-life dai 3 ai sei mesi. Durante i sei mesi, infine, abbiamo riscontrato che la riduzione del potere anti-ossidante è circa del 20% per il prodotto in PET, del 30% per quello in PLA”.
La lunga shelf-life ha permesso all’azienda Cascina Belmonte, il cui core-business è quello di produrre vini biologici, di creare anche una linea analcolica di succhi gourmet Bio che si colloca nel segmento premium, che distribuisce nelle insegne Naturasì, Bio c’ Bon e nei negozi Eataly.
“Dopo avere stabilizzato il succo di Uva – spiega Enrico Di Martino, titolare di Cascina Belmonte – abbiamo voluto provare a creare dei mix con altri prodotti sia di frutta che di verdura e adesso siamo arrivati a nove referenze. L’ultimo lanciato due mesi fa è quello con melagrana e pompelmo. Ora il prossimo passo è entrare nel canale horeca, con bottiglie più grandi, da 200ml, in vetro. La lunga shef-life, oltre che prestarsi alla vendita tramite il nostro canale di e-commerce aziendale, ci sta permettendo di ragionare anche su un progetto di export, verso mercati che sanno valorizzare non solo l’innovazione ma anche le elevate proprietà organolettiche e nutrizionali del prodotto”.
Tra gli altri mix ‘D’Uva’, oltre a quello con melagrana e pompelmo, presenti nella gamma, ci sono anche D’Uva zenzero e limone; D’Uva mirtillo e mandarino; D’Uva bergamotto e menta; D’Uva curcuma e arancia; la Limonata senza gas; l’Aranciata senza gas; il succo analcolico 100% di uva rosè e quello 100% di uve bianche.
Mariangela Latella