Boscolo (Cultiva): Il lockdown non ci ha fermati. Pronti a lanciare novità e partecipare a fiere

Il lockdown ha segnato una grave battuta d’arresto per il settore della IV Gamma e, al contrario, una decisa accelerata per le vendite di prodotti biologici.
Cultiva, realtà veneta di primo piano nel segmento del bio di IV Gamma come ha vissuto questa delicata fase? Fresh Cut News lo ha chiesto al presidente Giancarlo Boscolo.

“A dir la verità – esordisce Boscolo – la flessione nelle vendite dei prodotti di IV Gamma era iniziata già prima dell’avvento delle chiusure generalizzate. In ogni caso Cultiva, non operando nel settore del catering, ha per fortuna sentito in misura minore l’impatto. Considerando inoltre, come detto, che i prodotti biologici hanno avuto meno contraccolpi rispetto al convenzionale posso tranquillamente affermare che da noi il rallentamento non si è percepito”.

I nuovi lanci previsti per l’autunno sono stati in qualche modo influenzati dal cambio di tendenze al consumo a causa del Covid?
“La situazione contingente non ha modificato i progetti intrapresi prima dello scoppio dell’emergenza epidemiologica in quanto le nuove referenze prevedono mix vegetali abbinati ad arricchitori inusuali. La creazione di mix è stata fondamentale per proporre prodotti che si differenziano da quelli già presenti sul mercato, offrendo la possibilità al consumatore di trovarli già pronti”.

Ci darebbe qualche anticipazione più dettagliata sulle nuove referenze?
“Si tratta di prodotti in linea con lo stile di vita del consumatore moderno, con poco tempo a disposizione per la preparazione degli alimenti, e che spesso si ritrova a trascorrere la pausa pranzo in ufficio, disponibili sia per la GDO sia per l’horeca a partire dal prossimo autunno. Saranno disponibili in vaschetta flowpack e in bowls ready-to-eat, presenteranno diversi mix di base vegetale con taglio a julienne abbinati ad arricchitori classici o più inusuali come ad esempio arancia secca o cipolline. Abbiamo cercato di mettere insieme prodotti ed ingredientistica di non facile reperibilità per dar modo a tutti di portare a casa qualcosa di diverso dalla ‘solita’ insalata”.

Un approccio positivo e concreto, dunque, che Cultiva ha sottolineato con l’annuncio della propria partecipazione, anche in un anno così controverso, agli appuntamenti ormai abituali con SANA (Bologna, 9-11 ottobre 2020) e MARCAbyBolognafiere (Bologna, 14-15 gennaio 2021) con l’obiettivo di rafforzare ulteriormente la sua posizione nel comparto biologico e lanciare un segnale di ottimismo e fiducia all’intero settore. (cb)