La Linea Verde, il neo-presidente Gilioli figura di garanzia per il cambio generazionale

Settembre si è aperto con significativi cambiamenti all’interno della prima industria italiana della IV Gamma, il Gruppo La Linea Verde. In due giorni l’azienda ha emesso altrettanti comunicati.

Partiamo dall’ultimo, che inizia così: “Il 2020, contrassegnato dalla pandemia da Covid, costringe inevitabilmente il Gruppo La Linea Verde a rallentare il suo percorso di sviluppo, ma senza intaccare il valore dei ricavi”. Il comunicato è accompagnato da una foto e da un commento del CEO,  Domenico Battagliola.

Il secondo dà notizia della nomina del manager Mirco Gilioli a presidente del gruppo bresciano al posto del fondatore Giuseppe Battagliola precisando che il passaggio di consegne permetterà a Giuseppe Battagliola di “portare avanti nuovi progetti personali” e che lo stesso passaggio ha l’obiettivo di avviare il cambio generazionale, che vedrà protagonisti Andrea e Carlo, cugini e figli dei fratelli Giuseppe e Domenico Battagliola che nel 1991 diedero avvio all’impresa agroalimentare con sede a Manerbio.

Ma andiamo con ordine. Ovvero, torniamo alle cifre. I risultati ottenuti all’estero e grazie all’export dall’Italia – assicura l’azienda – hanno permesso in questo 2020 di mantenere il livello di fatturato e il portafoglio clienti. Sul fronte export, il Gruppo segna il proprio ingresso sul mercato olandese, grazie all’avvio di una significativa collaborazione con un cliente tra i più affermati operatori nella distribuzione locale. La Linea Verde ha diffuso i dati del bilancio 2019, che ha chiuso con un fatturato di gruppo pari a 322 milioni di euro, in crescita del 10% sull’esercizio precedente (293 milioni di euro), confermando il trend positivo che ha visto negli ultimi anni il gruppo protagonista del settore della produzione di IV Gamma e della produzione di piatti pronti freschi. Il Gruppo è infatti il quarto operatore europeo nel mercato della IV Gamma, presente in oltre 25 Paesi ed operante con oltre 60 operatori del settore. Crescono le vendite sui mercati esteri, primo fra tutti il mercato spagnolo dove il Gruppo, attraverso le Controllate Vegetales Línea Verde Navarra S.A. e Productos Naturales de La Vega S.L., consegue un fatturato prossimo ai 100 milioni di euro, incrementando le proprie performance rispetto all’esercizio precedente.

Agli ampliamenti produttivi si affiancano investimenti agricoli con campi e serre dedicati alla coltivazione delle insalate. Anche in questo ambito gli investimenti intrapresi coinvolgono temi di responsabilità sociale d’impresa. “Non ci si dimentica mai di essere agricoltori prima di tutto e di lavorare attraverso una filiera corta e trasparente” dichiara Domenico Battagliola. Intanto il Gruppo prosegue il piano di investimenti in marketing con l’intento di massimizzare la notorietà del brand DimmidiSì, che a oggi si attesta a un livello dell’80% come certificato dall’Istituto di ricerca internazionale GFK.

“I numeri promuovono la nostra strategia di consolidamento ed espansione del business, ma non pensiamo certamente solo a quelli. I nostri investimenti non sono solo strutturali, infatti, ma anche mirati alla crescita del nostro capitale umano, con nuove assunzioni, percorsi di formazione e specializzazione del personale per affrontare sempre meglio le sfide del futuro. L’incremento della forza lavorativa 2019 totale nel Gruppo è stato di 308 unità – precisa Domenico Battagliola -. Mettere in sicurezza le persone durante il picco dei contagi è stata una delle prime azioni intraprese, con smart working e implementazione delle misure di sicurezza nei reparti produttivi, poiché l’azienda non ha mai fermato l’attività”.

Ma chi è il nuovo presidente? Mirco Gilioli collabora con La Linea Verde dal 1994 e ha partecipato attivamente alle tappe salienti che hanno portato alla creazione del gruppo. Tecnologo alimentare di formazione, il suo ambito lavorativo è sempre stato legato ai reparti di Ricerca&Sviluppo e Qualità e ha contribuito alla realizzazione di tanti progetti significativi: dalle zuppe ai succhi e bevande, ai piatti pronti. Inoltre è consigliere nel consiglio di amministrazione dal 2006.

 

Nella foto, a sinistra Domenico Battagliola, a destra Mirco Gilioli