Piccolo recupero per la IV Gamma. Sorpresa burger: vanno forte

Settembre di recupero per i consumi di IV Gamma. Nielsen, il 4 ottobre, riporta un -1,8% rispetto al 2019 contro la ben più consistente perdita del -5,5% ad agosto. Se si considerano le sole insalate in busta, che valgono l’80% del settore, la perdita è dell’1,1% contro il -4,9% di agosto.
La marca del distributore, che conta per un complessivo 64%, perde oltre la media, ovvero il 3%. Le insalate in busta in settembre sono state sostenute dalla GDO con promozioni e sconti. Questo ha sicuramente pesato sul parziale recupero.
Per le ciotole, nonostante sia un prodotto in cui la GDO crede, la perdita di settembre resta comunque molto significativa: –11%, probabilmente anche perché la comunicazione sulle modalità di consumo non è sufficiente o non sufficientemente efficace.
Andamento positivo invece per le insalate di cereali (+7% su agosto), grazie anche a nuove modalità di presentazione e un posizionamento nei punti vendita che le valorizza.
Le zuppe sono andate giù del 6% nonostante la fine dell’estate (il caldo le penalizza), mentre sono tornati sorprendentemente in attivo i burger vegetali: +19% a settembre, un dato che porta in positivo l’intero andamento del 2020, caso unico per il settore in questo anno di magra.