Cresce in Cina il fresh-cut di frutta. Nuovi stabilimenti di JGroup Fresh-cut Fruit Co

Continua, a ritmi piuttosto rapidi, il processo di crescita della industria di IV Gamma in Cina, in particolare di frutta. Due le motivazioni. Da una parte – come ha affermato nei giorni scorsi un portavoce di JGroup Fresh-cut Fruit Co – c’è un’evoluzione nei comportamenti di una fascia di consumatori, dall’altra c’è la decisione della grande distribuzione di rifornirsi di IV Gamma all’esterno da aziende specializzate.
Il ritmo della vita in Cina sta accelerando e sempre meno persone hanno il tempo di tagliare la frutta ogni giorno, soprattutto quando si tratta di frutti difficili come ananas, durian e jackfruit. La maggior parte delle persone, inoltre, non consuma i frutti più grandi tutti in una volta, e quello che rimane spesso si deteriora, uno spreco di frutta buona e anche piuttosto costosa. Quanto alla GDO, i grandi gruppi potrebbero attrezzarsi per tagliare loro stessi i frutti, ma significherebbe sprecare molto tempo e tante ore di lavoro, aumentando inoltre i costi. Ecco perché acquistano frutta già tagliata in quantità sempre più consideravoli.
La settimana scorsa  JGroup Fresh-cut Fruit Co ha aperto, con una cerimonia ufficiale, contemporaneamente un centro di ricerca e una sala espositiva. Il Fresh-cut Fruit Research Center supporterà lo stabilimento di trasformazione della frutta di IV Gamma, fornirà una tecnologia innovativa e in ogni fase del processo cercherà di dare maggior valore alla produzione. JGroup Fresh-cut Fruit riceve ogni giorno ordinativi per circa 200 mila confezioni di jackfruit di IV Gamma (da 200 grammi ciascuna), cinque volte il volume degli ordini registrati nello stesso periodo dello scorso anno (30-40.000 confezioni). Per ampliare la propria capacità e soddisfare la domanda dei consumatori,  JGroup Fresh-cut Fruit  ha già costruito uno stabilimento di trasformazione a Jiaxing Fruit City, e attualmente ne sta costruendo un altro al mercato di Guangzhou Jiangnan, dove è già presente. Gli stabilimenti hanno ciascuno 2-4 linee di trasformazione, con una capacità di 8-10.000 pezzi l’ora.