Cerreto ha chiuso il 2020 con un +20%. Funziona l’alleanza con Del Monte

Prosegue nel migliore dei modi la collaborazione tra Del Monte e la Cerreto Srl di Gattatico (Reggio Emilia) che è parte del Gruppo Fratelli Pagani SpA di Milano. Cerreto distribuisce in circa duemila punti vendita della GDO Italiana (in particolare nelle insegne Interspar ed Eurospar), referenze a marchio Del Monte della linea ‘Fruit Express’, costituita da vasetti con mix di frutta fresca tagliata e pronta da consumare.
“Del Monte con noi ha un ottimo rapporto – sottolinea Claudio Ferrari, responsabile vendite Italia GDO di Cerreto Srl -. Distribuiamo referenze che Del Monte produce direttamente nella sua divisione in Grecia. È noto infatti che, eccettuato il fresco sfuso, che rappresenta comunque il 99% del suo business, Del Monte non distribuisce direttamente. Per il confezionato si affida ad aziende che distribuiscono per suo conto. Alcune aziende producono e vendono, altre, come noi, acquistano il prodotto finito, lo stoccano e lo distribuiscono in GDO. In un certo senso, quindi, fungiamo da braccio commerciale per le referenze oggetto del nostro accordo e sulle quali abbiamo l’esclusiva di distribuzione.”
“Noi – precisa il manager – non abbiamo la potenzialità di sviluppare referenze di IV Gamma anche perché non abbiamo mai fatto fresco; come produttori il nostro business è diverso. In linea di massima, quindi, credo non avremo difficoltà in caso di sviluppi in Italia delle strategie di Del Monte; ripeto, abbiamo un ottimo rapporto”.
Cerreto Srl ha chiuso il 2020 con una crescita del fatturato del 20%, di cui circa il 10% realizzato in export. I legumi a cottura rapida della linea ‘I Presto Cotti’ – una specialità dell’azienda emiliana –  hanno fatto un ottimo risultato sulla scia di una tendenza in crescita durante il periodo precedente all’esplosione della pandemia. Si tratta di prodotti cotti a vapore e poi essiccati che hanno bisogno di 5 minuti per la cottura in cucina senza bisogno di previo ammollo. Accanto ai Presto Cotti, sempre per i prodotti a contenuto di servizio, Cerreto presenta un’altra linea di successo: ‘Bontà in 5 minuti’, per la quale basta miscelare il contenuto della busta mono-porzione in un bicchier d’acqua e metterlo in microonde o in pentola. In questa linea si distinguono uno spezzatino vegetale e un bulgur di carciofi.
Vista la grande ascesa dei prodotti surgelati, il cui andamento di mercato ha registrato nel 2020, un’ascesa anomala, molto più evidente delle normali oscillazioni di mercato, Cerreto non esclude la possibilità di potere entrare in questa categoria di prodotto anche per ampliare il range di servizi per i propri clienti.
“Diciamo che il surgelato è un’ipotesi allo studio – precisa Ferrari -, serve allo scopo un partner per gli impianti di surgelamento e la gestione a livello logistico dei flussi di merce. Quando abbiamo iniziato la collaborazione con Del Monte, sul tavolo di lavoro c’erano diverse ipotesi da vagliare. Quella dei vasetti Fruit Express è stata la più diretta ma non le nascondo che si è discusso anche di altre ipotesi. Fra queste, oltre ai prodotti surgelati anche i ready-to-eat e i ready-to-cook. Ci stiamo studiando per cercare di capire come fare per avvicinare ulteriormente i due marchi. In questa fase, stiamo lavorando ad una confezione più piccola dei tre mix dei Fruit Express, passando dagli attuali 227 grammi a 113, praticamente la metà, per renderli macchinabili per i distributori automatici nelle mense e in genere nel mondo della ristorazione. È chiaro che la gestione delle mense con un prodotto fresco che dura 12 mesi, cambia completamente”.
Insomma, è un tempo in cui le alleanze sono come non mai strategiche per lo sviluppo.
Mariangela Latella