L’e-commerce in Italia rallenta, l’ortofrutta arretra del 3,6% sul 2021

Un incremento meno sostenuto rispetto allo stesso periodo del 2021 a causa del mutato contesto sociale e sanitario (diminuzione delle restrizioni, aumento della vaccinazione, ripresa dei consumi fuori casa, ecc.) e della situazione economica zavorrata dal consistente aumento dell’inflazione: in Italia, il trend dell‘e-commerce dei beni di largo consumo, fotografato da NielsenIQ, registra un +2,7% nelle prime 20 settimane del 2022, con l’ortofrutta che arretra: -3,6%. Ed è la categoria che in termini percentuali perde più di tutte.

Il Sud performa meglio del Nord anche se l’Area 1 continua ad avere una quota più che doppia (4,3%) rispetto ad ognuna delle altre aree NielsenIQ. Ma è l’Area 4 a registrare il trend di crescita più elevato (+28%), seguita dall’Area 3 (+7,7%) e dall’Area 2 (+0,5%), mentre l’Area 1 presenta un trend leggermente negativo (-0,7%).

Il quadro appena delineato trova riscontro nell’incidenza delle singole aree NielsenIQ sul totale eCommerce; se, da una parte, infatti, l’Area 1 si conferma l’area più digitalmente sviluppata per il mondo dell’eFMCG italiano (56,4% di quota sul totale eCommerce), dall’altra è anche l’area che perde più punti percentuali (-2%), a vantaggio di aree storicamente meno legate al canale online come l’Area 3 (20%, in progresso dello 0,9%) e l’Area 4 (7,1%, +1,4%).

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi ogni giorno
le più importanti notizie dal mondo dell’ortofrutta.

Grazie per esserti iscritto alla nostra newsletter!