DimmidiSì leader anche su Facebook: oltre 100 mila fan

Chi guida la classifica per fatturato delle aziende italiane della IV Gamma, guida probabilmente anche la graduatoria delle aziende più cliccate sui social. DimmidiSì ha infatti superato il traguardo dei centomila fan su Facebook. Cosa non da poco perché sottintende un dialogo ricco, costante e vivace con i consumatori. Un risultato che nasce da un piano di comunicazione integrato e multicanale sviluppato da La Linea Verde per consolidare la visibilità del brand e il ruolo dell’azienda come leader nel settore della quarta gamma e dei piatti pronti freschi.

“Il traguardo è stato raggiunto un passo alla volta nel tempo, cercando di trovare sempre il giusto mix tra la spinta pubblicitaria e il coinvolgimento spontaneo e organico degli utenti – ha spiegato Elena Tiziana Iori, responsabile comunicazione DimmidiSì La Linea Verde -. Siamo interessati, infatti, non soltanto alla quantità delle persone che ci seguono, ma, soprattutto, alla qualità della nostra relazione con loro, relazione che si sta sempre di più rafforzando, come dimostrano i numerosi commenti che riceviamo a ogni nostro post”.

La strategia social di DimmidiSì è uno degli esempi di come le nuove frontiere di comunicazione possano recitare un ruolo di primo piano anche nel settore ortofrutticolo aumentando la notorietà del brand. L’approccio de La Linea Verde è molto chiaro ed è sostanzialmente pensato per raggiungere due importanti obiettivi di marketing: raccontare la marca e i suoi valori e costruire nel tempo una relazione autentica con consumatori e simpatizzanti.

Per riuscirci l’azienda sta presidiando non soltanto Facebook, ma anche Instagram che sta riscuotendo un notevole successo grazie alle Ricette realizzate con prodotti DimmidiSì e a contenuti dai format dinamici e interattivi capaci di raccontare bontà, freschezza, qualità e benessere, con un “tono” empatico e informale e una particolare attenzione ai trend alimentari e sociali del momento.

La Linea Verde utilizza LinkedIn per comunicazioni BtoB sfruttandone il taglio prettamente ‘business oriented’.