L’aloe vera aiuta la shelf life dell’uva. Lo scopre un giovane siciliano

Con un mix di acqua semplice e succo al 100% di aloe vera nella soluzione di lavaggio dell’uva di IV Gamma si può allungare la shelf life degli acini deraspati, senza l’uso di sostanze chimiche, fino a 29 giorni.
È il risultato a cui è arrivato con la sua tesi di laurea, del 2012, un giovane agronomo di Chiaramonte Gulfi, in provincia di Ragusa, nell’areale produttivo dell’uva di Mazzarrone.

La sua idea permetterebbe di attivare un’intera filiera di IV Gamma altamente innovativa ma non riesce a realizzarla perché per costruire un magazzino di trasformazione del fresh cut ci vogliono troppi soldi. Così, per il momento, ha messo da parte il suo progetto ed ha continuato a dedicarsi all’azienda agricola di famiglia, Fratelli Giardina, 33 ettari dedicati alla produzione di uva da tavola, all’olivicoltura e una piccola parte alla vitivinicoltura.

Il risultato a cui è arrivato quasi per caso, in realtà, garantisce un metodo di conservazione naturale ed efficace, alternativo a quello chimico attualmente impiegato nel mercato e basato sull’uso di anidride solforosa (SO2) che estende la shelf-life dell’uva da tavola dai 30 a 90 giorni dopo il deraspamento andando così a recuperare tutti gli acini che si staccano dal raspo con le operazioni di raccolta.

“Cercavo un modo naturale per conservarla – spiega Giovanni Giardina (nella foto), che gestisce l’azienda con un fratello -. Sapevo che non sarebbe stato facile e mi bastava arrivare alla soglia minima di shelf-life, 30 giorni, garantita dalla SO2. Così ho proposto la tesi al mio professore, Giuseppe Muratore, che è docente di Agricoltura dell’alimentazione e ambiente all’università di Catania, che ha anche coordinato i lavori di ricerca. In due mesi siamo arrivati ai primi risultati”.

Sei le varierà di uva su cui è stato testato il trattamento: tre precoci e tre tardive. I campioni sono stati sottoposti a quattro tipi di test: senza alcun trattamento, addizionando solo SO2, addizionando solo aloe vera e addizionando un mix di SO2 e aloe vera.

“I risultati prodotti dal campione testato con aloe vera e SO2 – continua Giardina – non erano molto diversi da quelli ottenuti con la sola aloe vera, sicché ci siamo concentrati solo su quest’ultima arrivando a estendere la shelf-life dell’uva deraspata, per le varietà Black Magic, Italia, Red Globe e Vittoria, fino a 29 giorni. Avrei voluto avviare un’azienda di IV gamma per l’uva ma, non potendo investire nel magazzino di trasformazione, almeno per il momento, ho provato a contattare alcuni trasformatori del territorio ma non siamo riusciti a trovare un accordo. Sono comunque aperto a ragionare su ogni possibilità di mercato per portare avanti il mio progetto”.

Mariangela Latella