Per la prima volta IV Gamma in forze al B2B internazionale The Rome Table

Per la prima volta la IV Gamma si è affacciata – e lo ha fatto con forza –  sulla ribalta di ‘The Rome Table‘, l’evento B2B dedicato all’ortofrutta ancora in corso oggi a Roma per la sua terza edizione, quella in cui la manifestazione ha fatto un deciso balzo in avanti sia organizzativo che qualitativo. Da parte italiana la IV Gamma si è presentata con Ortoromi, Conor, L’Insalata dell’Orto, Lady Leaf e Mc Garlet partecipando attivamente agli incontri B2B, in programma nel corso della due giorni romana, alla ricerca di nuovi sbocchi di mercato.

Quello che ha colpito gli organizzatori dell’evento è l’attenzione crescente verso la IV Gamma da parte dei buyer esteri e non solo provenienti dalle piazze più vicine, come, ad esempio, quelle del Nord e dell’Est Europa ma quelle più lontane a cominciare dal Medioriente per arrivare in Centrasia (in particolare il Kazakistan).

Le evoluzioni di mercato emerse rivelano la crescente spinta all’export di un settore per sua natura poco vocato, causa la delicatezza della materia prima, che lascia immaginare possibili sviluppi tecnologici in funzione della logistica di lungo raggio. Il ready-to-eat del resto si sta consacrando come tendenza globale che non risparmia i Paesi con abitudini alimentari tradizionali e radicate, e un po’ tutti si guardano attorno per rispondere alla domanda crescente. Nel mondo arabo, ad esempio, portare a casa un’insalata già tagliata e lavata sta diventando quasi uno status-symbol, qualcosa di  cui non si può fare a meno.

L’evento è in svolgimento all’interno del modernissimo (e comodo da raggiungere) A.Roma Lifestyle Hotel, per l’organizzazione dell’agenzia Omnibus e grazie al sostegno dell’Assessorato all’Agricoltura della Regione Lazio, con l’agenzia regionale ARSIAL, e alla partnership di FruitImprese, Italia Ortofrutta Unione Nazionale, CSO Italy, Italmercati, Fedagromercati e Confagricoltura. L’evento ha inoltre ricevuto il sostegno di Euler Hermes, la società di assicurazione del credito presente in oltre 50 Paesi, parte del Gruppo Allianz, che ha valutato il profilo economico-finanziario dei buyer stranieri partecipanti senza riscontrare negatività.

I buyer esteri provengono da Francia, Svizzera, Polonia, Croazia, Ucraina e inoltre da Medio Oriente (Kuwait, Dubai, Giordania, Libano), Scandinavia (Svezia, Danimarca), Kazakistan, Brasile, Argentina, Kenya e Uganda. La novità di The Rome Table 2019 è stata anche l’apertura alle catene della GDO italiana con cinque insegne presenti: Conad, Eurospin, Gros, Alì e Migross, anche se il focus principalmente è l’individuazione di buyer internazionali qualificati e selezionati in grado di apprezzare la tipicità e la qualità del prodotto italiano. (m.l.)