Arrivano dagli US i passi avanti nel riciclo e nell’uso del packaging

HelloFresh punta ad un packaging di cartone riciclato per i suoi meal kit. L’imballaggio innovativo, appena lanciato, è frutto di una partnership tra l’azienda multinazionale specializzata nell’home delivery di piatti pronti con ingredienti pre-porzionati e la statunitense Pratt Industries.
I nuovi packaging, lanciati in occasione della Giornata Mondiale della Terra, sono in cartone realizzato al 100% da contenuto riciclato post-consumo. Obiettivo principale dell’azienda è quello di ridurre gli sprechi e migliorare la circolarità dei materiali.
“L’idea nasce dal desiderio  – dichiara Uwe Voss, amministratore delegato di HelloFresh USA – di garantire alle famiglie un migliore accesso agli ingredienti freschi, in un modo più sostenibile. In questo, l’introduzione di imballaggi completamente circolari è un passo significativo e misurabile verso il raggiungimento della nostra strategia di sostenibilità a lungo termine”.
Con i nuovi packaging, HelloFresh punta a ridurre le proprie emissioni di gas serra di 6.800 tonnellate l’anno e di risparmiare l’abbattimento di oltre 115 mila alberi all’anno.
HelloFresh ha anche implementato un nuovo programma analitico che si chiama ‘Box Fit’, che definisce la dimensione della scatola più piccola possibile, a misura dell’ordine del cliente, calcolandone il volume e le dimensioni dei contenuti. L’utilizzo di questo algoritmo avanzato nel servizio di fornitura,  ha aumentato del 60% l’uso delle scatole più piccole di HelloFresh, eliminando una quantità significativa di imballaggi non necessari. Questo permette di ridurre lo spreco di cibo del 25% rispetto ai meal kit acquistati al dettaglio.
“Il nostro approccio al packaging – ha affermato Jeff Yorzyk, direttore della sostenibilità di HelloFresh USA – è quello di evitare di usarlo quando possibile. Quando l’imballaggio gioca un ruolo essenziale nella protezione della qualità e della sicurezza del cibo nei nostri kit per pasti, ci impegniamo a ridurlo o ottimizzarlo per la riciclabilità “.
Mariangela Latella