Bowl, meal kit e ciotole sotto l’ombrellone. Dalla Spagna il “cocco bello” di IV Gamma

I trend di IV Gamma di quest’estate, la seconda dallo scoppio della pandemia, che vede il settore in piena ripresa, sono: qualità, sostenibilità, responsabilità sociale, prodotti local ma soprattutto nuovi, e fast delivery. Tendenze che potrebbero spingere in avanti ulteriormente la ripresa dei consumi del ready-to-eat, in parte anche grazie all’apertura da parte del governo italiano a tre Paesi (USA, Giappone e Canada i cui turisti non saranno sottoposti a quarantena all’arrivo in Italia se hanno un certificato vaccinale) che sono molto orientati verso tutte queste tendenze e che provengono da mercati dove il settore di IV Gamma ha un’elevata penetrazione di mercato.
Su questi fronti è molto attiva Bonduelle, leader di mercato, che ha già lanciato delle referenze in linea con questi must. Si pensi all’Iceberg a residuo zero o alla Rucola della Piana del Sele IGP che, nell’offerta della multinazionale, sostituirà completamente quella senza etichetta.
“Attualmente, Bonduelle è impegnata su diversi fronti legati alla sostenibilità e alla responsabilità sociale, tant’è che il nostro payoff, lanciato in piena pandemia, nel 2020, è ‘Bonduelle, il mondo che ci piace’, spiega Laura Bettazzoli, direttore marketing di Bonduelle Italia, una delle  realtà chiave del settore di IV Gamma nel Belpaese, che in vent’anni di operatività sul ready-to-eat dei freschissimi, lo ha visto crescere dai 100 milioni di euro di giro d’affari nazionale degli albori agli 800 milioni registrati a fine 2020”.
“Quest’estate – afferma Bettazzoli – prevediamo di rilanciarlo anche alla luce di una maggiore sensibilità del consumatore. A seguito di un’analisi di mercato, abbiamo individuato quattro pilastri sulla base dei quali abbiamo sviluppato le nostre referenze: il legame con il territorio e quindi la valorizzazione dei prodotti locali, la linea a residuo zero che stiamo testando anche sulle baby leaf, la biodiversità in campo e l’assenza di additivi e conservanti”.
“L’ultima linea che abbiamo lanciato – precisa Bettazzoli – sono le insalate ai legumi con la linea Legumio un prodotto in cui crediamo molto anche perché corrisponde a delle esigenze precise del consumatore: variare la propria alimentazione e un maggiore apprezzamento per questi prodotti”.
Da parte sua, in previsione della bella stagione, La Linea Verde ha appena lanciato l’innovativa gamma DimmidiSì Poke Bowl: piatti pronti freschi e genuini con riso, frutta, verdure e ingredienti proteici. Una proposta decisamente trendy per abbinare il contenuto di servizio all’aspetto salutistico e rispondere agli stili di vita delle nuove generazioni con l’obiettivo di attrarle al banco frigo dell’ortofrutta. Ogni ricetta contiene un ingrediente proteico, uno croccante, frutta, verdura, una salsa Teriyaki specifica per ogni bowl, riso basmati e valeriana. Le referenze sono tre. Una a base di salmone con semi di sesamo, soia edamame, pomodori semidry, mango, salsa Teriyaki, riso basmati e valeriana; una con pollo con mandorle, mais, peperoni grigliati, ananas, salsa Teriyaki con peperoncino, riso basmati e valeriana; una terza a base di ceci con cocco, soia edamame, pomodori semidry, mango, salsa Teriyaki con limone, riso basmati e valeriana.
Tra le novità di quest’estate, c’è anche l’esplosione dell’e-commerce anche nel settore di IV Gamma, che potrebbe spostare l’esercito di runner (di Glovo, Deliveroo o Just Eat, per citarne alcuni) che già oggi operano nelle città, verso le località turistiche in cerca di una continuità lavorativa dando vita alla possibilità, inedita fino ad oggi, di far recapitare sotto l’ombrellone insalate, bowl, meal kit o le tanto apprezzare ciotole di insalate ai cereali, che, sul mercato, stanno crescendo del 156% sul 2020 anno in cui avevano registrato un calo del 50% circa, e quindi oggi stanno praticamente raddoppiando le vendite rispetto al 2019.
Sempre legato al ready-to-eat, dalla Spagna arriva la versione di IV Gamma dell’omino da spiaggia che vende ‘cocco fresco, cocco bello!’. L’idea è di World’s Coconut Trading SL, un’azienda di Pedrola, un paese in provincia di Saragozza, nella comunità di Aragona, che con il marchio Genuine Coconut, vende diverse referenze di cocco di IV e V Gamma che importa dalla Thailandia, dall’India e dalle Filippine.
“Stiamo per lanciare, da giugno, sul mercato europeo – ci fa sapere la sales executive Andrea Pérez Bario – la linea di smoothies di cocco ‘Coco Smoothie’ che proponiamo con tre referenze, due mix ed una con solo cocco che hanno una shelf life di 90 giorni. I due mix sono Coco Mocca che abbina il succo di cocco con i sapori di caffè e cioccolato, l’altro si chiama Coco with Matcha che aggiunge al succo di cocco il the verde. Sono prodotti di qualità premium che arrivano dal Paese di origine in barili e noi li confezioniamo e gli diamo il nostro marchio. Le confezioni da 265 ml, le vendiamo all’ingrosso a meno di un euro e i prezzi con cui, ad esempio qui in Spagna, li propongono i supermercati più selettivi, come El Corte Ingles, o nel canale dell’ecommerce, Amazon Spagna, sono intorno ai due euro a bottiglia”.
Per il mercato statunitense, ma con tutta l’intenzione di sviluppare il commercio anche in Europa, World’s Coconut Trading ha sviluppato delle referenze di cocco di IV Gamma in pezzetti. È una linea di cocco bio da consumare come snack. “Abbiamo la confezione con pezzi più grandi, quella con pezzi più piccoli e quella con cocco grattugiato, sempre fresco, bio e di IV Gamma”, dice Andrea Bario. L’azienda spagnola si è già affermata sul mercato con il cocco intero bio, sempre a marchio Genuine Coconut di cui si può sia bere il succo con l’apposita cannuccia di cui è fornita la confezione, sia mangiare la polpa.
Breakthrough Solutions, azienda di consulenza, ha fatto una classifica dei top 7 trend 2021 per i prodotti freschi e al primo posto c’è l’online shopping che con l’arrembaggio, in Italia, della piattaforma di ecommerce di www.gorillas.io, promette di diventare realtà anche sulle spiagge dal momento che annunciano a chiare lettere di consegnare la spesa in 10 (e dico 10, ma pure se fossero 20, sarebbe sbalorditivo) minuti.
Lo sviluppo dell’e-commerce permetterà anche alle aziende piccole e produttrici di prodotto locale, di diventare competitive nei costi per via del contatto diretto tra produttore e consumatore.
La creazione e l’invenzione di nuovi packaging, sarà, per Breakthrough Solutions, una sfida che permetterà di rispondere alla sfida di trovare nuovi ruoli per il packaging, soprattutto nel canale online.
Un occhio attento, da parte degli operatori del settore ready-to-eat, deve rimanere sulla cena in casa, abitudine rispolverata obbligatoriamente durante il Covid, a causa delle restrizioni agli spostamenti, ma mantenuta anche nel cosiddetto ‘New Normal’. Un trend, questo, che apre la strada ai piatti pronti da cuocere, alla sperimentazione di nuove varietà di IV Gamma che stuzzichino il palato e allo snacking casalingo.
La crescente attenzione all’aspetto salutistico, rendono gli agrumi, le baby leaf ed i piccoli frutti, prodotti di punta di quest’estate, secondo l’analisi di Breakthrough Solutions. Ma sarà un’estate piena di aspettative da parte dei consumatori che, dopo un lungo periodo di stop ai consumi di IV Gamma, sono ansiosi di ritornare alle vecchie abitudini soprattutto davanti a nuove proposte che dovranno essere, oltre che fresche, anche intriganti.
Mariangela Latella