Il rapporto di Nomisma ci consegna un settore in crescita impetuosa

l boom della IV Gamma è apodittico: è evidente in sé e non ha bisogno di dimostrazioni. Forse neanche di dati: basta fermarsi davanti ad uno scaffale – che rappresenta magna pars delle vendite di reparto – e studiare per qualche minuto i consumatori. Ciò non di meno è stato prezioso il rapporto presentato da Nomisma e commissionato da  FreshCutNews al convegno organizzato al TuttoFood di Milano il 7 maggio scorso davanti alle aziende di punta del settore ed ai vertici della neonata Unione Italiana Food. Un rapporto che ci consegna un settore in impetuosa crescita, dotato di una forte personalità e di una grande capacità innovativa. Un settore di punta dell’agroalimentare italiano che cerca – e non sempre trova – una sponda nella distribuzione al dettaglio, spesso latitante (anche al convegno, peraltro…). Una distribuzione che però avrebbe tutto l’interesse a cercare un rapporto più “caldo”, costante e costruttivo con i produttori. Lo dovrebbe fare primariamente per interesse ovvero per mero calcolo.  Lo dovrebbe fare anche perché la collaborazione è oggi un elemento fondamentale per reagire bene e rapidamente alle sollecitazioni del mercato.  Per chi se ne è accorto: dopo che per anni è stata la produzione a dover affrontare un cambiamento imposto di paradigma oggi è il turno dei dettaglianti. Che dovranno affrontare un decennio in cui tante cose cambieranno. E nel cambiamento è sempre meglio collaborare: è una legge di natura.

Duccio Caccioni
coordinatore di FreshCutNews