La donna di McDonald’s nella stanza dei bottoni di United Fresh

Il capo dei buyer ortofrutta e bevande di McDonald’s USA, Sarah Grady, entra nel consiglio di amministrazione di United Fresh. Lo ha annunciato l’Associazione statunitense a cui fanno capo anche le aziende dalla IV Gamma USA con una nota ufficiale di qualche giorno fa in cui si comunicava la nomina da parte della presidente Cindy Jewell.

Grady, che è anche membro del consiglio dell’Illinois Medical District Guesthouse Foundation, entra nel ruolo di membro del Retail-Foodservice Board con la prospettiva, nel breve periodo, di assumerne la vicepresidenza. “L’ingresso di Grady nel cda  – si legge nell’annuncio – è focalizzato sul rafforzamento delle partnership strategiche con i fornitori di prodotti e frutta di McDonald’s e di altre aziende in tutto il settore per individuare nuovi indirizzi e nuove soluzioni alle questioni importanti che riguardano le catene di fornitura F&V”.

“McDonald’s – ha precisato la presidente Cindy Jewell – è un sostenitore di lunga data di United Fresh e apprezziamo l’impegno dell’azienda nel fornire prodotti freschi di alta qualità ai consumatori nei loro ristoranti in tutto il mondo”.

La nomina e la sua motivazione la dicono lunga sul pragmatismo americano che impera nelle associazioni di categoria che mirano a coinvolgere le imprese direttamente nella gestione per perseguire obiettivi pratici di sviluppo degli affari lungo la filiera. Qualcosa che in Italia non è dato vedere e che forse verrebbe malvisto. (m.l.)